M&G/2^D: Cala il sipario su una stagione infinita!

 

Montottone - Cala il sipario anche sul campionato di Seconda Divisione femminile. Martedì sera si è giocata infatti gara 3 della finalissima per la promozione in Prima Divisione, di fronte le ragazze della M&G Videx Montottone e la Volley Angels di Porto San Giorgio.

 

In una cornice di pubblico degna di una finale (oltre 150 spettatori) va in scena una gara entusiasmante e combattuta. Partono bene le ragazze di casa che si portano a casa il primo set con il punteggio di 25-17.

Il secondo set sembra aver preso la stessa piega del primo, benissimo nel connubio muro-difesa, le ragazze di coach Rutili prendono un grande vantaggio e si portano sul 13-4; a quel punto, tuttavia, si spegne la luce, le ospiti con un guizzo di orgoglio e caparbietà recuperano e si portano a casa il set ai vantaggi (24-26).

Nel terzo parziale le ragazze di Montottone, forse anche provate dall’epilogo del precedente, fanno fatica a subiscono il gioco delle avversarie che vincono 20-25 e si portano sul 1-2 nella conta dei set.

Le locali non ci stanno e danno il tutto per tutto nel quarto set, questa volta sono loro ad imporre il ritmo di gioco, in difesa non cade niente e martellando in battuta e attacco si portano a casa set (25-19) e parità, 2-2 e parola al tie break.

Come vuole una finalissima che si rispetti, si va dunque al quinto set, che suona un po’ come i rigori nel calcio: può succedere di tutto e così è stato. Partono bene le ragazze di Montottone che vanno al cambio di campo con un discreto vantaggio (8-5). Da qui in poi sono le ragazze di coach Capriotti a suonare la carica, aiutate da un buon turno al servizio e da attacchi ficcanti, recuperano e passano in vantaggio fino a portarsi a casa set, partita e promozione (11-15).

Le ragazze della M&G Videx Montottone, seppur sconfitte e amareggiate, lasciano il campo a testa altissima, consapevoli di averci provato davvero sino in fondo e di aver dato vita ad un gran gruppo, che con entusiasmo e voglia di fare ha realmente sfiorato il sogno.

 

Cogliamo dunque l’occasione per sdrammatizzare il momento di tristezza per la sconfitta, e provare a descrivere, in maniera ironica (...nessuno ce ne voglia, anche la sconfitta fa parte ahimé di questo sport) la splendida realta della M&G Videx Montottone:

 

Silvia: il guru della squadra, le sue perle di saggezza hanno sempre colpito nel segno, quando si dice "la frase giusta al momento giusto"!

Eleonora: la maglia termica il 4 giugno ce la ricorderemo davvero tutti e, diciamocelo, la velocità non è proprio il suo forte, ma la "battuta a palombella" sì!

Miria: cambia ruolo nel corso della stagione, salta come un grillo e a muro si fa sentire… monster block per lei!

Annalisa: impeccabile dentro e fuori dal campo. Quando varca la linea dei 9 metri, questa sembra farle lo sgambetto ogni volta che va in battuta, ma lei ovviamente se ne frega e va avanti. Una vera sportiva!

Lucia: spirito combattivo e amica delle “fughe” del pavimento… le prende tutte e i suoi gomiti e ginocchia ringraziano vivamente!

Valentina: un braccio bionico, carattere da vendere… ansia pure, il riscaldamento non sa nemmeno cosa sia, ma l’abbiamo adorata anche per questo!

Lorena: l’università la allontana, ma quando può torna e, a parte la tremarella in battuta (chiaramente il “paste” in partita non è passato inosservato), dà sempre il suo contributo!

Martina: “Pallavolisti brutti” ce la invidia come pochi, gli avremmo intasato la pagina Facebook se solo avessimo condiviso 1/3 delle sue azioni in allenamento!

Serena: un solo grido, un solo allarme, "porcu d’un gorbu" a tutte quante!!!

Federica: a volte sembra avere un mirino addosso per prendere pallonate, ma lei non si scompone, punisce in battuta e seconda linea appena può!

Ylenia: mancina dal braccio pesante, ma ce la ricordiamo tutte con la maglia sui capelli con “pipi” che svolazza in palestra!

Ambra: la mamma dal fisico che tutte invidiano, una gazzella in difesa e una vera forza della natura, in tutto!

Martina Pazzi: il suo contributo in allenamento, risate e focacce ripiene, non hanno prezzo!

Coach Rutili: una mente impostata sullo scouting, quando ad inizio stagione inizia a parlare di S1, S2, C2…la squadra va in panico, ma col tempo ci siamo adattate, come alle sue imprecazioni! 

 

Ed eccoci dunque alla fine, cala il sipario su questa stagione e con essa inevitabilmente anche una lacrima… è stato bello, grazie donne!