M&G/CF: quando la sfortuna più nera si colora di opportunità!


Grottazzolina - Il giorno prima della gara di andata dei quarti di finale di Coppa Marche, che vedeva impegnata la "Videx rosa" di fronte al proprio pubblico al cospetto della temibile Offida, ne avevamo parlato come di una ghiotta occasione che si presentava per Di Caterino e compagne per invertire il trend negativo e sfortunato che le ha viste sinora protagoniste, con l'auspicio che finalmente la fortuna potesse girare smettendola di voltare le spalle alla squadra montegior-grottese.
Ed in effetti la fortuna ha girato... dall'altra parte però... e se n'è scappata per l'ennesima volta portando via con sé entrambe le palleggiatrici dell'organico di coach Bonini, ovvero Alessia Carnevali (problema al polso) e, proprio alla vigilia del match, anche Pamela Del Gobbo (infortunio la cui entità non sembra grave ma verrà valutata nei giorni a venire). Insomma, una iella inenarrabile.

Eppure, aldilà del fatto che della partita in sé ci sarebbe davvero poco da raccontare viste le grigissime premesse, mi pare quanto meno opportuno andare aldilà del mero risultato sportivo, senza assolutamente nulla togliere all'ottima prova offerta dalle offidane.

Già, perché dietro al netto 0-3 di marca picena si nasconde ciò che ci piace leggere come qualcosa in più di una semplice sconfitta sportiva: "dietro ad ogni problema si nasconde un'opportunità", amava ripetere il genio di Galileo Galilei. E quale opportunità può mai celarsi dietro ad una "sfiga" così infame?! Semplice, quella di dare spazio a delle giovanissime che ieri hanno potuto, con larghissimo anticipo, coronare il loro sogno di esordire in prima squadra, con sulle spalle nemmeno 16 anni di età.

Così è stato infatti per Martina Amorosi e Giorgia Tossici, rispettivamente prima e seconda palleggiatrice della Under 16 allenata da Giada Seghetta (che certamente, da ottima palleggiatrice qual'è anche lei, avrà iniziato già a raccontare alle sue allieve i primissimi segreti del mestiere); due giovanissime che, di colpo ed in maniera pressoché inaspettata, si sono trovate catapultate tra le grandi in una serata "speciale". Ma non erano sole: in campo a partire dal secondo set hanno ritrovato infatti anche la loro pari età Serena Blasi, già da tempo in pianta stabile nelle fila dell'organico di coach Bonini.

Vince tre a zero la Ciu Ciu Offida, dunque, mettendo così una seria ipoteca sulla qualificazione alla Final Four che si disputerà nel weekend del 10 ed 11 febbraio; le locali provano a difendersi come possono (assente anche la centrale Ripa per motivi di lavoro), ma alla fine sono costrette alla resa di fronte alla prova concreta ed attenta delle rosso-azzurre di Kruzikova.

Non molto da raccontare, dicevamo, in merito all'andamento del match; i parziali, del resto, parlano già da soli. Ma anche nessun rammarico, verrebbe da dire, perché a differenza di altre occasioni stavolta davvero non si poteva pretendere alcunché da queste splendide ragazze, per l'ennesima volta impossibilitate a giocarsi alla pari la loro partita. Non è detto che sarebbe comunque bastato essere al completo per avere la meglio, Offida del resto è prima nel girone anche in campionato con una sola partita persa, ed i numeri non vengono mai per caso. Certamente, però, ci si sarebbe potuti divertire ed emozionare di più, che del resto è l'essenza stessa dello sport. Eccezion fatta per Martina e Giorgia: loro (ne siamo certi) un pizzico di belle emozioni le hanno provate comunque!

Il tabellino:

VIDEX GROTTAZZOLINA-CIU CIU OFFIDA 0-3

Videx Grottazzolina: Forti 4, Teodori 9, Del Gobbo, Di Caterino 6, Mercanti 4, Carnevali, Moscati, Perini 2, Blasi 4, Amorosi, Tossici, Minicucci (L). All. Bonini

Ciu Ciu Offida: Sciarroni, Carosi 1, Fioravanti 8, Aliberti 11, Pamic 12, Capriotti 3, Peroni 1, Bastianutto 11, Ricci 9, Calisti (L). All. Kruzikova

Parziali: 15-25 20-25 13-25
Arbitri: Lombardi Paolo - Ballatori Silvia

V.F.
[Ufficio Stampa M&G Universe]